Una caldaia efficiente per una sicurezza costante Stampa
Amministrazione Provinciale
Venerdì 22 Maggio 2009 10:03

Si è tenuto in data 20 maggio un incontro presso l'Amministrazione Provinciale di Catanzaro per la stipula definiva del Protocollo d'intesa "Una caldaia efficiente per una sicurezza costante". Alla stipula del protocollo oltre all'Amministrazione Provinciale di Catanzaro, hanno preso parte, la

Camera di Commercio di Catanzaro, le associazioni artigiane (Confartigianato e CNA), e le associazioni dei consumatiori (ADICONSUM, ACU e La Casa del Consumatore). Si tratta di un protocollo che riguarda gli aspetti tecnici, sociali ed economici derivanti dagli obblighi previsti dalle vigenti normative in materia d'uso razionale dell'energia e del contenimento dei consumi energetici e per i quali la Provincia rappresenta l'Ente responsabile per le verifiche nei Comuni del proprio territorio inferiori a 40000 abitanti; nello specifico tutti i Comuni della Provincia con esclusione di Lamezia Terme e di Catanzaro. I rappresentanti delle Associazioni e degli Enti hanno espresso tutti pareri favorevoli al protocollo che rappresenta il risultato di una serie di incontri e di valutazioni a tutela delle Categorie, dei consumatori e degli Enti. Inoltre il Protocollo stesso rappresenta una evoluzione di quello già sottoscritto nel 2004 con le modifiche legate alle evoluzioni normative che si sono verificate.  Il Protocollo garantisce il controllo della qualità delle manutenzioni mediante la selezione delle Imprese addette e garantisce il controllo dei prezzi a carico degli Utenti. Salvatore Vescio, rappresentante della Confartigianato Imprese di Catanzaro, nella sua qualità di Presidente provinciale della categoria degli installatori termoidraulici ha sottolineato il suo apprezzamento per il lavoro compiuto dall'Amministrazione provinciale in materia di verifica degli impianti termici che rappresenta una eccellenza nell'ambito di tutto il territorio nazionale ed in particolare di quello calabrese in quanto, Città come Lamezia Terme o Catanzaro non hanno avviato affatto o non hanno dato seguito ad un programma di verifiche dello stato degli impianti che potesse garantire maggiore sicurezza per gli utenti e per la comunità.

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies di terze parti. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento
acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy..